domenica 13 marzo 2016

LA MACCHINAZIONE, gli ultimi mesi della vita di PASOLINI al cinema dal 24 marzo

Sarà al cinema dal 24 febbraio La Macchinazione, il racconto degli ultimi tre mesi di vita di Pier Paolo Pasolini.

Coscienza critica e anticonformista del nostro Paese, alla vigilia di cambiamenti epocali per l’Italia, mentre è impegnato al montaggio di uno dei suoi film più discussi, Salò o le 120 giornate di Sodoma, Pasolini sta scrivendo Petrolio, opera che denuncia le trame di un potere politico ormai corrotto fino al midollo. In quegli stessi giorni, frequenta Pino Pelosi, un giovane sottoproletario romano che ha legami con il mondo criminale della capitale. La notte del 26 agosto del 1975, alcuni amici di Pelosi rubano il negativo di Salò e chiedono un riscatto esorbitante. Ma il loro vero obiettivo non sono i soldi.

Di seguito il trailer del film.



Quando, nella notte fra l'1 e il 2 novembre del 1975, Pasolini si reca all'Idroscalo di Ostia per riavere il negativo del film, ciò che in realtà si trova ad affrontare lo condurrà alla morte.
Quando il corpo senza vita di Pasolini fu trovato David Grieco, oggi regista de La Macchinazione, fu tra i primi a giungere sul posto insieme al medico legale. Pasolini e Grieco erano legati da profonda amicizia, quest'ultimo ne fu anche assistente. A lui la famiglia chiese di scrivere la memoria di parte civile del primo processo per l'omicidio.

Così commenta oggi David Grieco:
"Le verità ipotetiche sulla morte di Pasolini che circolano da anni sono tante. Pasolini è stato ucciso da Pelosi che ha fatto prima da informatore per il furto delle bobine di Salò e poi da esca per l'agguato all'Idroscalo? Pasolini è stato assassinato dalla famigerata Banda della Magliana? Pasolini è stato eliminato su ordine di Eugenio Cefis perché indagava sui loschi traffici del presidente di Eni e Montedison che avrebbe fondato la P2 e nel '62 fatto precipitare l'aereo di Mattei? Pasolini si è fatto uccidere e si è fatto Cristo pianificando il suo martirio nei minimi dettagli, come sostiene l'amico e pittore Giuseppe Zigaina? La Macchinazione sposa tutte queste ipotesi intrecciandole in un ordito semplice e verosimile. Perché c'è del vero in ognuna di queste tesi. Una verità sepolta sotto tante verità."
A interpretare Pasolini troviamo Massimo Ranieri. Nel cast anche Libero De Rienzo, Matteo Taranto, François Xavier Demaison, Milena Vukotic, Roberto Citran, Tony Laudadio e Alessandro Sardelli. Si aggiunge l’amichevole partecipazione di Paolo Bonacelli e Catrinel Marlon.
Le musiche del film sono dei Pink Floyd.

Image and video hosting by TinyPic

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE