martedì 26 aprile 2016

Sette regole da non ignorare se siete la tata di THE BOY

In arrivo sul grande schermo il 12 maggio The Boy, horror di maniera costruito secondo i canoni classici di un film di questa categoria.

In fin dei conti per fare un buon horror basta poco: pochi personaggi obbligati a rimanere in un luogo isolato (meglio se un'inquietante villa demodé), qualche diceria sui dintorni e una bella e inquietante bambola.
Il regista William Brent Bell (L'altra faccia del male, La metamorfosi del diavolo) prende questi pochi ingredienti e li trasforma in un thriller/horror da manuale, con intriganti colpi di scena e tensione dall'inizio alla fine, in una rivisitazione moderna del classico stilema della bambola assassina.

Questa la trama ufficiale del film:
Alla ricerca di un nuovo inizio dopo un passato travagliato, una giovane donna americana si rifugia in un isolato villaggio inglese. È qui che Greta (Lauren Cohan) viene assunta da una coppia di anziani genitori in una maestosa villa vittoriana per fare da babysitter al loro figlio di otto anni, Brahams. Ben presto Greta scoprirà che quel ragazzo altri non è che una bambola a grandezza naturale che i signori Heelshire trattano come un bambino vero. Tutto comincia ad incupirsi quando Greta, rimasta sola, ignora le rigide regole imposte dalla coppia e inizia un flirt con un bell'uomo del villaggio, Malcolm (Rupert Evans). Una serie di eventi inquietanti e inspiegabili, ai limiti del soprannaturale, la convincono che è circondata da un mistero terrificante.


Trovata geniale della storia è l'obbligo imposto al personaggio principale (interpretato dalla brava "Maggie" di The Walking Dead) di seguire alcune precise regole comportamentali. Regole semplici, ma ch verranno regolarmente infrante. Ecco quindi una breve carrellata di queste istruzioni in sette veloci video.













LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE