sabato 30 aprile 2016

WILL FERRELL rinuncia al film su RONALD REAGAN

Alcuni giorni fa avevamo pubblicato la notizia che Will Ferrell avrebbe interpretato Ronald Reagan in un biopic incentrato su un momento molto particolare della vita dell'ex-Presidente degli Stati Uniti (qui la notizia).

Il film, che si sarebbe dovuto intitolare Reagan, sarebbe stato co-prodotto dallo stesso attore tramite la sua casa di produzione Gary Sanchez Productions.
Tuttavia le dure critiche, mosse dalla figlia di Ronald Reagan all'intento di tradurre in commedia il momento in cui il padre ha iniziato a manifestare i sintomi dell'Alzheimer, hanno convinto l'attore a non intraprendere il progetto.

Patti Davis, la figlia dell'ex-Presidente degli Stati Uniti, ha infatti scritto una lettera aperta in cui spiegava il suo punto di vista:
"Se sapeste di più sull'Alzheimer o sulle varie forme di demenza, non trovereste il soggetto divertente. Ho visto mentre la paura invadeva gli occhi di mio padre, un uomo che non aveva mai avuto paura di nulla. Ho sentito la sua voce tremare quando, in salotto, diceva 'Non so dove mi trovo'"

Assieme alla figlia di Reagan anche alcune associazioni che si occupano della malattia, e il partito Repubblicano, hanno espresso delle perplessità per il progetto di creare una commedia sulle basi degli effetti dell'Alzheimer.
Ferrel a quindi comunicato, attraverso il suo agente, che non avrebbe dato corso alla produzione del film, tenendo a specificare che non era sua intenzione sminuire la gravità della malattia o mancare di rispetto a una figura iconica come quella di Ronald Reagan.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE