lunedì 2 maggio 2016

PARAMOUNT ancora in causa per i diritti di STAR TREK: la lingua KLINGON al centro di una petizione

E' un periodo complicato per la Paramount, anzi per gli avvocati della Paramount.

Dopo aver messo in piedi una causa milionaria contro la produzione indipendente Star Trek: Axanar, accusata di avere realizzato con competenza e supporto professionale un film basato su Star Trek infrangendo svariati copyright, la Paramount deve ora fronteggiare un'altra situazione simile incentrata su un solo elemento: la lingua klingon.

Partendo dalla causa in corso tra Paramount e Axanar Productions, che include anche la violazione dei diritti sull'utilizzo del linguaggio klingon, la Language Creation Society (un'associazione formata da linguisti e analisti del linguaggio) ha sottoposto al tribunale della California una petizione per riconoscere la lingua klingon come una forma espressiva a tutti gli effetti e quindi non assoggettabile a copyright.

L'avvocato della Paramount, David Grossman, ha subito ribattuto alla cosa sottolineando che la lingua klingon, inventata ufficialmente nel 1984 per esigenze di copione, non esiste come linguaggio indipendente.
"Una lingua ha la sua utilità solo se è usata per comunicare con la popolazione che la parla, e non esistono Klingon con cui comunicare."
L'avvocato della controparte, Marc Randazza, ha subito replicato:
"E' comprensibile che la Paramount, avendo commissionato la creazione di parte di quella lingua, si senta in qualche modo proprietaria. Ma sentirsi proprietari di qualcosa ed esserlo non è la stessa cosa. La lingua klingon ormai vive di vita propria."
Randazza ha sostenuto che il klingon è ormai fuori dal controllo dei suoi creatori, perché migliaia di persone lo utilizzano come una vera e propria lingua parlata. Sebbene la Paramount detenga la proprietà intellettuale su alcune terminologie, non può estendere questa proprietà all'intero linguaggio costruito dai fan e utilizzato nelle convention, nei libri e perfino nei matrimoni tematici.
"Il klingon non è più un semplice linguaggio, è uno stato mentale, e certe cose non possono essere messe sotto copyright."
Sebbene la discussione tra avvocati potrà andare avanti per mesi, forse anni, è indubbio che il klingon, nelle forme espressive codificate per film e telefilm di Star Trek sia coperto da copyright. Altri vocaboli e modi espressivi creati dai fan, sebbene identificati dal pubblico come parte del linguaggio klingon, non possono vantare l'inclusione ufficiale nel mondo di Star Trek; possono essere utilizzati, ma non devono essere indicati come linguaggio klingon.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE