mercoledì 29 giugno 2016

PARAMOUNT e CBS correggono il tiro. Ecco i primi aggiustamenti alle LINEE GUIDA per le PRODUZONI AMATORIALI di STAR TREK

Alcuni giorni fa la Paramount/CBS ha divulgato le linee guida ufficiali per la realizzazione di fan film (prodotti video amatoriali) su Star Trek (le trovate qui, tradotte in italiano).
L'iniziativa, resasi necessaria dopo le controversie legali con la produzione amatoriale ad altissimo budget Star Trek: Axanar, ha destato molte perplessità tra i fan della saga di Star Trek, portandoli a sostenere che la Major stesse in qualche modo remando contro il suo stesso fandom.

Intervistato dal podcast Engage, John Van Citters, vice presidente della Divisione Sviluppo Prodotti e Direttore dell'Ufficio Licenze della CBS ha chiarito la posizione dell'azienda e, in un certo senso, addolcito la pillola.

Di seguito le precisazioni fornite. Se volete ascoltare l'intervista integrale in americano cliccate qui.

  • Il limite di raccolta fondi fissato a 50.000 $ si applica a ogni singola produzione video che, comunque, non può superare i 15 minuti di durata. Nel caso si opti per la realizzazione di due produzioni collegate, sempre da 15 minuti l'una, ovviamente la somma sale a 50.000 $ + 50.000 $. Rimane valido il limite a due "episodi" collegati e, conseguentemente, il veto di serializzare una storia o di espanderla a più di due episodi.
  • Le produzioni amatoriali non devono sottoporsi ad alcun processo d'approvazione da parte di Paramount o CBS. Sono libere di agire nei limiti stabiliti dalle linee guida.
  • Le linee guida non si applicano ad altri tipi di espressione artistica quali, ad esempio, racconti scritti o audio-drama.
  • Paramount e CBS non intraprenderanno azioni legali contro le produzioni amatoriali realizzate in qualsiasi forma prima del rilascio delle linee guida.
  • Il limite di raccolta fondi fissato a 50.000 $ si applica solamente ai sistemi di raccolta fondi collettivi (crowdfunding). Se qualcuno volesse auto-finanziare un proprio progetto può impiegare la somma che desidera, qualsiasi essa sia.
  • Il vincolo ad utilizzare per le riprese, costumi, gadget e prop di scena regolarmente in vendita non impedisce alle produzioni di realizzare autonomamente i propri costumi e gadget. L'importante è che, qualora venga deciso di comprarli, ci si rivolga a prodotti regolarmente "licenziati" e non a prodotti contraffatti o immessi sul mercato illegalmente.
Si può dire che, lentamente, si stiano facendo dei piccoli passi avanti per cercare di far coincidere le esigenze di una grande casa produttrice, che deve "monetizzare" i suoi prodotti cine/televisivi, e la voglia di esprimersi di tanti fan. Ma la strada da percorrere è ancora lunga.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE