mercoledì 15 giugno 2016

Recensione in anteprima di ANGRY BIRDS - IL FILM, un film che non tradisce affatto lo spirito originale del videogioco da cui è tratto

Se cercate un film animato alla Disney allora avete sbagliato sala cinematografica!
Angry Birds - Il film è un cartone animato per adulti che si lascia godere anche dai più piccoli. State tranquilli, non troverete volgarità o parolacce, ma una trama ricca di riferimenti culturali che solo chi ha più di qualche decina di anni potrà capire.

La storia parla di un'isola remota dove abitano i più stravaganti pennuti. Nessuno di loro sa volare, ma vivono ugualmente felici e spensierati, in perfetta armonia. Solo uno di loro si discosta dal gruppo, il rabbioso Red, che fa dell'irascibilità il proprio modo di vivere e che a colpa dei suoi eccessi di rabbia viene condannato a frequentare un corso per imparare a gestire i suoi stati d'animo.
Un giorno sbarcano sull'isola dei maialini verdi. Contrariamente a quanto manifestano, sono intenzionati a rubare le uova dei pennuti e Red sembra essere l'unico a intuire i loro loschi fini. Inizialmente deriso, il rosso uccello arrabbiato diventerà il leader dell'operazione di recupero, una volta che i maiali saranno riusciti a mettere in atto il loro piano. A dargli man forte altri due uccelli conosciuti in terapia, l'iperattivo e giallo Chuck e l'esplosivo Bomb.


Il film si sviluppa linearmente, con semplicità innegabile e ritmo frenetico. Lo scopo è di arrivare al momento in cui entra in scena la fionda, con relativo lancio degli uccelli contro i maiali verdi e le loro costruzioni di casse, così da onorare il gioco da cui il film è tratto.


L'effetto è incredibilmente efficace e riesce a evocare proprio le sensazioni del gioco. Si può tranquillamente dire che nessun adattamento cinematografico di un videogioco sia mai stato più fedele e aderente alla fonte di questo.

La sceneggiatura, scritta dal veterano Jon Vitti (che ha al suo attivo anni di scrittura per I Simpson e per la serie The Office), è un funambolico rincorrersi di gag visive e verbali, arricchite da umorismo sia macchiettistico (le scenette dell'uccello mimo sono impagabili) sia ragionato.

E' incredibile come una storia basata su una app per smartphone riesca a contenere tanti messaggi positivi, primo fra tutti quello di ragionare con la propria testa, anche se questo ci porta ad essere considerati diversi, senza tralasciare la valorizzazione delle differenze (anche la rabbia può avere i suoi lati positivi) e il monito a non idolatrare e credere a tutto ciò che ci viene proposto.


Nota di pregio per la colonna sonora, praticamente onnipresente per tutto il film, arricchita da brani pop molto iconici come I will Survive di Demi Lovato e tanti altri. Di altissimo livello l'animazione e la resa grafica dei pennuti che, sebbene sembrino uscire direttamente dal gioco, raggiungono una connotazione di realismo degna dei migliori studi di animazione.

A volerle trovare, le pecche sono nel 3D, decisamente superfluo, e nel doppiaggio. La verve delle voci originali si perde molto a causa di un adattamento sicuramente difficile, e qualche voce (quella di Chuck più di tutte, prestata da Alessandro Cattelan) non si dimostra all'altezza dei "veri" doppiatori.

Il giudizio complessivo, comunque, rimane molto positivo, e se avete amato il gioco... non potrete che adorare il film!
 
Massimiliano Martini

Angry Birds - Il film è al cinema dal 15 giugno.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE