sabato 4 giugno 2016

ROGUE ONE: A STAR WARS STORY, una fonte interna alla LUCASFILM fa chiarezza sui rumor riguardo al 40% del film da rigirare

Continuano a susseguirsi i rumor riguardo l'intenso reshoot previsto per Rogue One: A Star Wars Story (qui un primo riassunto di quanto appreso fino a ieri).

Ora è il The Hollywood Reporter a cercare di fare chiarezza, citando una non-ben-identificata fonte interna alla Lucasfilm.
Ovviamente Disney e Lucasfilm non si sono ancora espresse in maniera ufficiale.
 
  • Le riprese aggiuntive dureranno tra le 4 e le 5 settimane. Inizieranno a giugno e termineranno poco prima l'inizio della Star Wars Celebration a Londra il 15 luglio.
  • Le riprese aggiuntive erano già state fissate ancor prima dell'inizio delle riprese regolari. Si tratta di una pratica molto comune, specialmente  per le produzioni importanti come Star Wars, in modo che possano essere fatti degli aggiustamenti alla pellicola prima del montaggio definitivo.
  • Le riprese aggiuntive erano previste per la primavera, ma sono state posticipate all'estate in modo che il regista Gareth Edwards avesse più tempo per studiare gli aggiustamenti con più calma. Una fonte interna ha riferito che i cambiamenti sono tutti tesi a dare maggior chiarezza alla trama e maggiore sviluppo ai personaggi. Si tratterebbe di inserimenti di scene tra il materiale già girato e nulla di sostitutivo. In sostanza "ci saranno molti più dialoghi negli abitacoli delle astronavi."
  • Il piano è quello di concludere definitivamente il montaggio a metà agosto e iniziare a registrare la colonna sonora a settembre. Molto prima rispetto a Il Risveglio della Forza  che, dopo diverse settimane di riprese aggiuntive in estate, fu consegnato a ottobre.
  • Il rumour sul fatto che il 40% di film sarebbe da rigirare è una bufala. La fonte ha così commentato: "Se dovessimo riscrivere e rigirare il 40% del film non saremmo certo in grado di terminare il tutto entro agosto."
  • I lunghi tempi del reshoot sono dovuti alle difficoltà di riavere le maestranze e gli attori a disposizione. Molti attori sono già impegnati in altre produzioni e sono sparsi in varie parti del mondo.
  • I rumour sul coinvolgimento di Christopher McQuarrie come co-regista delle riprese aggiuntive sono completamente falsi. McQuarrie ha rimaneggiato una versione iniziale dello script e non ha nulla a che fare con quanto verrà rigirato a luglio.
  • Ad aggiungersi al gruppo di autori sarà Tony Gilroy. La Lucasfilm lo ha interpellato per scrivere dei dialoghi aggiuntivi. Gilroy lavorerà anche ad altri progetti del franchise di Star Wars. Sarà lui ad affiancarsi a Gareth Edwards nelle riprese aggiuntive, con la mansione di regista della seconda unità.
  • I rumour sul fatto che le riprese aggiuntive servirebbero a rendere la pellicola meno cupa sarebbero infondati. Ancora una volta viene ribadito che il film avrà un tono molto diverso da quello de Il risveglio della Forza, trattandosi a tutti gli effetti di un film di guerra.
  • Durante la Star Wars Celebration di luglio verranno mostrati i primi materiali del film. Stando alle fonti "Il pubblico impazzirà."  

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE