venerdì 1 luglio 2016

Recensione in anteprima di BASTILLE DAY - IL COLPO DEL SECOLO, action thriller onesto dai ritmi televisivi

Amanti delle serie TV come NCIS (scegliete voi di quale città), CSI (scegliete voi di quale città), e anche qualcosa di tedesco, fatevi sotto, Bastille Day - Il colpo del secolo è il vostro film.
 
Nell'arco di 90 minuti (questa è la durata del film) rivivrete le classiche situazioni che potreste aver visto centinaia di volte in qualunque "episodio doppio" di una delle suddette serie televisive.
Capiamoci, non si tratta necessariamente di un male; Bastille Day è un bel film d'azione, schietto e diretto, senza troppe elucubrazioni sulla trama, ben congeniato e in grado di tenervi con gli occhi sullo schermo per tutto il suo minutaggio... ma è decisamente un prodotto televisivo.
 
Michael Mason (Richard Madden, il Robb Stark de Il trono di Spade) è un borseggiatore americano trapiantato a Parigi.


Decisamente bravo a impossessarsi di qualunque cosa il suo ricettatore gli chieda, si ritrova accidentalmente tra le mani una borsa contenete una bomba. Lui non se ne accorge e la abbandona tra i rifiuti, ma quando la bomba esplode viene subito identificato come possibile terrorista. Con la polizia francese e la CIA alle calcagna, Michael dovrà sfuggire ai veri attentatori, in realtà un'insospettabile banda di ladri interessata ai fondi della Banca di Francia. Dovrà fare anche i conti con l'agente americano Sean Briar (Idris Elba) che, dopo averlo catturato, decide di sfruttare le sue capacità di borseggiatore per far luce sull'intera faccenda.

 
La trama fa leva sul classico accoppiamento di personaggi molto diversi, perfettamente calati nelle loro specificità. Entrambi sono dei "bravi ragazzi" nonostante uno sia un ladruncolo in cerca di rivalsa da una famiglia disfunzionale e l'altro sia un operativo troppo poco diplomatico, in cerca di riabilitazione dopo una missione non andata come sarebbe dovuto. Essendo i migliori nei loro rispettivi settori e avendo personalità opposte, i due si compensano, dando vita anche a qualche ovvio siparietto comico, alleggerendo il ritmo sempre frenetico della pellicola.
 
Sorprendentemente efficace l'ambientazione parigina filtrata dai ritmi e le inquadrature hollywoodiane, a dimostrazione che anche in Europa (la produzione principale è della francese StudioCanal e la regia dell'inglese James Watkins) si possono fare produzioni dal sapore internazionale capaci di essere esportate oltreoceano.

Massimiliano Martini

Bastlle Day - Il colpo del secolo sarà nei cinema italiani dal 14 luglio.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE