giovedì 25 agosto 2016

Ecco come STAR TREK BEYOND ha chiesto aiuto a MEMORY ALPHA

Alcuni mesi fa, durante la campagna promozionale del film Star Trek Beyond, era stata diffusa la notizia che gli sceneggiatori del film Simon Pegg e Doug Jung si fossero rivolti agli autori del più competente sito di archiviazione dati inerente Star Trek, il conosciutissimo Memory Alpha, per una consulenza specifica su un evento da inserire nel film.

All'epoca non venne divulgato quale fosse la natura di tale consulenza, ma i fan furono subito entusiasti della cosa, interpretando il gesto come una sorta di garanzia da parte della produzione del rispetto del canone di Star Trek.

Ora, caduto il riserbo su gran parte del film, ecco che Dan Carlson e Harry Doddema, fondatori di Memory Alpha, svelano la natura di tale consulenza.

Tutto accadde nel mese di aprile del 2015. Dan Carlson ricevette una e-mail inaspettata da Simon Pegg che, a garanzia che non si trattasse di uno scherzo, aveva in allegato un immagine esplicativa...


... Pegg comunicava loro quanto il sito fosse stato prezioso per scrivere il nuovo film, e chiedeva un piccolo aiuto per definire un elemento della storia. Aveva bisogno di dare un nome a uno specifico minerale di origine Vulcaniana: una pietra che aveva una sorta di innocua emanazione di energia e che, per questo, era rintracciabile dai sensori di una nave stellare.
Stava parlando di quella pietra azzurra che abbiamo potuto vedere al collo di Uhura, un prezioso regalo del Vulcaniano Spock, fondamentale per localizzare i superstiti dell'Enterprise sul pianeta Altamid.


I due fondatori di Memory Alpha pensarono inizialmente a qualcosa di analogo alla Trinitite, un minerale artificiale creatosi in seguito ad alcuni test sulla bomba atomica qui sulla Terra, utilizzato in gioielleria fino a quando si scoprì che emanava radiazioni nocive. Il pianeta Vulcano aveva visto detonare armi atomiche sulla sua superficie durante il l'Epoca del Risveglio, un periodo storico citato nell'episodio Risvegli della serie televisiva Star Trek: Enterprise, pertanto era ragionevole ritenere che un materiale analogo si fosse creato anche su quel pianeta. Una pietra simile poteva assumere per i Vulcaniani un significato simbolico, una sorta di monito a non dimenticare un periodo della loro storia così sanguinoso.
Il passo successivo fu quello di trovare un nome per quel minerale. Mettendo assieme due vocaboli Vulcaniani già citati precedentemente nella saga di Star Trek nacque il termine Vokaya, dalla contrazione di vokau ("ricorda" detto nell'episodio La Fornace sempre di Star Trek: Enterprise) e heya ("montagna" o "roccia" citata nel romanzo Spock's World)... per l'appunto un pietra della memoria.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE