domenica 28 agosto 2016

STAR TREK: DISCOVERY, lo showrunner BRYAN FULLER rivela nuovi dettagli sulla serie televisiva

In una recente intervista radiofonica al Nerd World Report with Hop & Herc su Kern Radio a Bakersfield in California, Bryan Fuller ha condiviso alcuni nuovi dettagli sulla prossima serie televisiva Star Trek: Discovery di cui è showrunner. Si tratta di elementi marginali ma comunque di sicuro interesse per tutti gli appassionati di Star Trek.

L'articolo è stato aggiornato in data 29/08. Gli aggiornamenti sono evidenziati in rosso.

Di seguito tutte le nuove informazioni.

  • La vicenda, che verrà narrata nei 13 episodi della prima stagione, potrebbe essere ambientata indifferentemente nella Prime Timeline o nella Kelvin Timeline di Star Trek. La scelta di ambientarla nella Prima Timeline è dovuta alla necessità di mantenere la serie indipendente dai film reboot e alla necessità di affrontare alcuni temi tipici della Serie Classica di Star Trek, ma aggiornati ai valori contemporanei.
  • Non sono previsti viaggi nel tempo nella prima stagione.
  • Tutte le specie aliene viste nelle precedenti serie televisive verranno "aggiornate"
    esteticamente, anche con una particolare attenzione ai possibili cosplay dei fan.
  • Il design delle uniformi sarà completamente diverso da quanto visto nell'episodio pilota della Serie Classica intitolato Lo Zoo di Talos, pur essendo la serie ambientata esattamente nello stesso periodo temporale.
  • L'accompagnamento musicale degli episodi sarà sia orchestrale sia sintetizzato.
  • Il personaggio principale, una Tenente Comandante donna e Primo ufficiale a bordo di una nave stellare, verrà chiamata, almeno nel primo episodio, "Numero Uno". Un omaggio al personaggio interpretato da Majel Barrett Roddenberry nell'episodio pilota di Star Trek. Fuller non ha confermato o negato che si tratti dello stesso personaggio. Il suo vero nome verrà rivelato entro la fine della prima stagione.
  • Nel mese di ottobre verranno divulgati i nomi di alcuni membri del cast.
  • Bryan Fuller avrebbe preferito lavorare su una stagione di 10 episodi. La CBS ne ha richiesti 13 ed è pronta a ordinarne altri, ma lui ha fortemente sconsigliato di farne 26 per non impoverire la narrazione.
  • La "prima ora" (primo episodio) della stagione è stato scritto dallo stesso Fuller e Alex Kurtzman. La "seconda ora" è stata scritta da Nicholas Meyer.
  • Fuller ha nominato co-showrunner della serie Gretchen Berg e Aaaron Harberts, con cui aveva già lavorato a Wonderfalls e Pushing Daisies.
  • Jesse Alexander, già autore di episodi di Alias, Heroes e Hannibal, si è unito il team di scrittori della serie.
  • Al momento sono stati sceneggiati i primi tre episodi. Il quarto e il quinto sono già stati delineati. Tuttavia l'episodio numero 11 sarà molto importante per la vicenda generale ed è quello preferito da Fuller.
Star Trek: Discovery debutterà intutto il mondo a gennaio 2017. In Italia gli episodi saranno disponibili sulla piattaforma Netflix un giorno dopo la messa in onda statunitense.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE