mercoledì 19 ottobre 2016

CICOGNE IN MISSIONE, recensione in anteprima di un cartone animato che vola alto

Chiaramente un cartone animato Warner (non cercate le finezze di trama alla Disney), Cicogne in Missione pesca a piene mani dallo stile Looney Tunes e porta sul grande schermo una divertentissima commedia per tutte le età, estremamente adatta a un pubblico giovane e moderno, abituato ai ritmi frenetici e chiassosi dell'intrattenimento per pre-adolescenti, ma molto godibile anche per i genitori dei suddetti pre-adolescenti.

La trama del film, ben congeniata e sceneggiata da Nicholas Stoller, abituato ai copioni di Cattivi Vicini e Zoolander 2, lancia una pungente sferzata al carrierismo e all'arrivismo, giocando a riscoprire i valori della famiglia e dell'amorevolezza coi propri figli.

Tutto parte da Monte Cicogna, dove l'azienda di consegna-bambini più famosa della storia ormai si occupa solo di consegnare pacchi in stile Amazon Prime, lasciando che i bambini vengano fatti "in altri modi". Nella iper-efficiente azienda, oltre a tante cicogne e qualche altro volatile, lavora anche l'umana orfana Tulip, refuso di una consegna non andata a buon termine.
Junior, cicogna in carriera destinata a diventare il nuovo boss dell'azienda, deve licenziare la ragazza, ormai 18enne, come ultimo incarico prima della promozione. La cicogna non riesce a portare a termine il suo incarico e si ritrova immischiata in una serie di inconvenienti che portano alla generazione accidentale di una nuova bambina, richiesta via lettera, come non accadeva da anni, da un bambino che si sente solo perché trascurato dai suoi genitori.
L'unica speranza per Junior, di ottenere la promozione, rimane quella di consegnare la bambina di nascosto dal suo capo, e per farlo si imbarca in un comico e avventuroso viaggio con Tulip.
E mentre i due riusciranno a diventare amici, il bambino trascurato dai genitori inizierà a ricevere le prime attenzioni da mamma e papà, che impareranno a mettere da parte l'eccessivo lavoro per essere presenti col proprio figlio.

Cicogne in missione riesce, con ironia, semplicità e dialoghi al fulmicotone a fare breccia nella sensibilità dello spettatore, inducendolo a pensare, oltre che a divertirsi, sulla condizione moderna della famiglia, sempre più sacrificata tra mille impegni. E mentre i vostri bambini si divertiranno spensierati, voi adulti sarete obbligati a pensare, messi davanti ai vostri errori di genitori imperfetti.
E usciti dal cinema avrete una voglia matta di abbracciare i vostri figli!
 
Massimiliano Martini

Al cinema dal 19 ottobre.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE