venerdì 13 gennaio 2017

LA BELLA E LA BESTIA, nuovo poster italiano e dettagli dell'esetica del film

Arriverà il 16 marzo nelle sale italiane, anche in 3D, la rivisitazione in chiave live-action del celebre classico d’animazione Disney La Bella e la Bestia. Un sensazionale evento cinematografico che celebra uno dei racconti più amati e immortali di sempre che da centinaia di anni commuove i lettori di tutto il mondo. La classica fiaba “La Bella e la Bestia”, e il suo potente messaggio secondo cui la vera bellezza si trova dentro di noi, ha avuto origine nella Francia del XVIII secolo. Oggi, grazie alla maestria e all’immaginazione del regista Bill Condon e di un incredibile team creativo, il pubblico di ogni età sarà conquistato ancora una volta da una storia ricca di avventura, passione e romanticismo.

Il film è interpretato da un cast stellare che comprende Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Josh Gad, Ewan McGregor, Stanley Tucci, Audra McDonald, Gugu Mbatha-Raw, Hattie Morahan e Nathan Mack, e con Ian McKellen ed Emma Thompson.

Il regista Bill Condon si è così espresso:
"È davvero un onore poter creare un film che renda omaggio all’originale e che al tempo stesso ne offra una versione modernizzata. Ma è anche un compito piuttosto arduo. Si tratta di una storia che negli anni ha preso molte forme ed è stata raccontata in molteplici lingue diverse: avere l’opportunità di lavorare con tecnologie all’avanguardia e un cast così meraviglioso è davvero una benedizione. Spero che, trattandosi di un film così amato, saremo in grado di dare delle risposte a domande che i fan non sapevano nemmeno di avere su Belle e sulla Bestia, e su come sono diventati le persone che sono." 

Più di 1000 persone hanno lavorato 24 ore su 24 per costruire e decorare gli imponenti set, regalando al film un’incredibile quantità di opere artigianali. La production designer candidata a quattro premi Oscar Sarah Greenwood era alla ricerca di uno stile europeo senza tempo, nella tradizione delle grandi epopee romantiche hollywoodiane. Gli scenografi hanno trascorso diversi mesi a studiare l’architettura e il design d’interni del XVIII secolo per creare il castello del Principe/Bestia. Alla fine hanno utilizzato una combinazione di vari stili architettonici, ispirandosi principalmente al Rococò francese, uno stile utilizzato prevalentemente in Francia nella prima metà del 1700. Il design del pavimento dell’iconica sala da ballo è invece ispirato a un motivo presente sul soffitto dell’abbazia benedettina di Braunau, in Germania. L’ala ovest, nella quale la Bestia si ritira spesso, è l’epicentro dell’incantesimo e il suo design rispecchia il Barocco Italiano, che ha un aspetto più sinistro e oscuro, mentre il design della biblioteca del castello è basato su quello di una celebre biblioteca che si trova in Portogallo.

La storia racconta il fantastico viaggio di Belle, giovane donna brillante, bellissima e dallo spirito indipendente che viene fatta prigioniera dalla Bestia e costretta a vivere nel suo castello. Nonostante le proprie paure, Belle farà amicizia con la servitù incantata e imparerà a guardare oltre le orrende apparenze della Bestia scoprendo l’anima gentile del Principe che si cela dentro di lui.
La protagonista Emma Watson racconta:
"Ho lavorato in molti lungometraggi caratterizzati da scenografie incredibilmente dettagliate e meravigliose, ma questa volta si è trattato di vivere un’esperienza davvero speciale poiché i filmmaker hanno preso una storia estremamente conosciuta e amata e sono riusciti a mantenerne intatta l’essenza, riuscendo al contempo a renderla più profonda e stratificata. Tutti sapevano che c’erano ancora molte cose da esplorare in questa storia e grazie alle moderne tecnologie e a strumenti narrativi che prima non esistevano ci siamo riusciti."
Di seguito il nuovo poster italiano del film.


Il film Disney La Bella e la Bestia è scritto da Evan Spiliotopoulos e Stephen Chbosky e prodotto dai candidati all’Oscar David Hoberman e Todd Lieberman per Mandeville Films, mentre il vincitore dell’Emmy Jeffrey Silver, Thomas Schumacher e il candidato all’Oscar Don Hahn sono i produttori esecutivi.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE