sabato 21 gennaio 2017

PARAMOUNT, CBS e AXANAR PRODUCTIONS hanno raggiunto un accordo legale sul fan-film di STAR TREK: AXANAR

A più di un anno da quando la Paramount e la CBS hanno intentato causa contro la produzione amatoriale Axanar per aver infranto svariati copyright correlati al marchio Star Trek, (cliccate qui per leggere la notizia originale risalente a dicembre 2015) le due parti hanno raggiunto un accordo extragiudiziale.


In linea di massima la Axanar Productions, che aveva già realizzato un cortometraggio introduttivo intitolato Prelude to Axanar e si accingeva a realizzare il suo lungometraggio, forte di una raccolta fondi di circa 1.4 milioni di dollari, ha aderito alle restrittive linee guida (che potete leggere qui) imposte dalla Paramount/CBS per le produzioni amatoriali a tema Star Trek.

Di seguito alcuni estratti del comunicato stampa congiunto delle due parti:
Paramouont Pictures Corporation, Cbs Studios Inc., Axanar Productions Inc. e Alec Peters [il patron della Axanar Productions Inc.] sono orgogliosi di annunciare che la diatriba sul film della Axanar Prelude to Axanar e il successivo e ancora irrealizzato film Axanar è stata risolta. Axanar e Mr. Peters riconoscono che entrambi i film non erano approvati dalla Paramount o dalla CBS, e che entrambe le opere infrangono i ragionevoli limiti delle leggi sul copyright di CBS e Paramount.
In base alle indicazioni fornite, sembrerebbe che la Paramount e la CBS non abbiano ceduto di una virgola rispetto alle regole per le produzioni amatoriali da loro stesse redatte a seguito della causa con la Axanar. Tuttavia, come accade in gran parte delle cause civili risolte con un accordo tra le parti, molte delle clausole non verranno divulgate.

E' stato comunque stabilito che il cortometraggio di 21 minuti Prelude to Axanar potrà rimanere online, visibile a tutto su YouTube senza monetizzazione pubblicitaria (potete vederlo cliccando qui). Potrà inoltre essere proiettato nelle convention amatoriali, festival cinematografici e eventi non-commerciali. Non potrà essere proiettato alle convention ufficiali di Star Trek.

Il comunicato continua dicendo:
Axanar Productions è stata creata da fan di lunga data di Star Trek intenzionati a celebrare il loro amore per Star Trek. Alec Peters e la squadra di Axanar sono intenzionati a continuare a raccontare la storia di Axanar e sono soddisfatti di operare all'interno delle linee guida per i fan film nei loro futuri progetti.
Come parte dell'accordo, Axanar non potrà utilizzare attori o personale professionale che abbia già lavorato per una produzione di Star Trek. Sono quindi stati esclusi  da un futuro impiego il regista Robert Meyer Burnett e molte altre figure. Sono invece stati autorizzati a continuare la loro collaborazione con la produzione Richard Hatch, Kate Vernon, J.G. Hertzler, Gary Graham e nessun altro. Ovviamente nessuno dei suddetti o dei futuri collaboratori dovrà essere pagato per il suo impiego.

Inoltre Axanar non potrà più avvalersi del crowdfunding, ma solo di donazioni dirette, per un totale di 100.000 dollari suddivisi in due future realizzazioni della durata di 15 minuti ciascuna. Ovviamente quanto già realizzato per il film Axanar andrà rivisto e corretto per adattarlo alle nuove indicazioni.

Al momento non ci sono indizi (o dichiarazioni) che lasciano intendere che sia stato concordato un risarcimento in denaro da parte della Axanar nei confronti della Paramouont/CBS. Va comunque detto che gran parte del capitale raccolto con donazioni e crowfunding per la realizzazione del film Axanar è stato impiegato nelle spese legali della causa e per pagare attrezzature e teatri di posa rimasti inutilizzati durante l'anno in cui si è protratta la causa (si stima che solo di affitto dei teatri di posa siano stati spesi circa 180.000 dollari).
Rimane da chiedersi come la prenderanno tutti coloro che hanno finanziato il progetto sulla base di premesse che ora verranno disattese e che hanno visto utilizzare i loro soldi per finanziare una causa con la Paramount/CBS e non la produzione di un film.

Alec Peters ha annunciato che i finanziatori saranno informati privatamente di ulteriori dettagli che non possono essere condivisi in pubblico, e che nei prossimi due mesi verranno finalizzati ulteriori aspetti legali che richiedono attenzione immediata.

Concludendo si può dire che... Golia ha vinto contro Davide.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE