mercoledì 21 giugno 2017

STAR WARS: HAN SOLO, licenziati i registi del film

Nella notte tra il 20 e il 21 giugno è rimbalzata sulla rete la notizia che la Lucasfilm ha liquidato i registi Phil Lord e Chris Miller nel bel mezzo delle riprese del secondo spin-off della saga di Star Wars dedicato a Han Solo.

Come riportano sia Variety che il The Hollywood Reporter le motivazioni addotte sarebbero le classiche "divergenze creative" tra la casa di produzione e i registi. Queste le parole dei due registi:
"Sfortunatamente, la nostra visione e il nostro processo creativo non erano allineati con i nostri partner su questo progetto. Normalmente non siamo fan della frase ‘divergenze creative’, ma per una volta il cliché è vero. Siamo molto orgogliosi del nostro incredibile cast e della troupe."
La decisione di licenziare i due registi sembra sia stata presa dalla Presidentessa della Lucasfilm  Kathleen Kennedy a seguito di reali divergenze tra gli autori del film, lo storico sceneggiatore della saga Lawrence Kasdan e suo figlio, e i due registi, sin da febbraio scorso.
Il motivo del contendere sembra essere stata la definizione del personaggio principale (Han Solo) che, nell'ottica dei registi, era addirittura comico, mentre per gli sceneggiatori (e per il pubblico, e per la Lucasfilm) è invece sarcastico e a tratti egoista.
Anche l'intero tono del film stava assumendo tratti comici e di improvvisazione, cosa che non andava a genio agli autori della storia, che prediligono una maggior fedeltà alla sceneggiatura.

Al momento le riprese del film sono state interrotte e riprenderanno quando sarà nominato un nuovo regista.
Secondo fonti interne il nuovo favorito sarebbe Ron Howard, ma in lista ci sarebbero anche Joe Johnston e lo stesso Kasdan.

LE NOTIZIE PIU' LETTE DELL'ULTIMO MESE